Linus Hoppe. Contro il destino

La storia è ambientata in una Parigi irriconoscibile (ma potrebbe essere qualsiasi città europea, il nome viene citato soltanto una volta), in un futuro prossimo.

La società è organizzata in 3 grandi subuniversi:
Sfera 1 è il luogo dei privilegiati, ricchi, che fanno lavori intellettuali e vivono nella zona protetta, un quartiere residenziale di lusso dove non esistono criminalità e inquinamento.
Sfera 2 è costituita da quartieri operai, popolari, sporchi e inquinati, con enormi casermoni divisi in piccoli appartamenti, abitati da famiglie di lavoratori dell’industria.
Infine, Sfera 3, il luogo dove finiscono gli emarginati, i dropout scolastici, i disadattati e i ribelli.

Linus Hoppe, 14 anni, vive con la sua famiglia in Sfera 1 ed è sottoposto a una grande tensione: tra poche settimane, infatti, lui e i suoi compagni dovranno affrontare un esame importante: saranno”calcolati” dal Grande Computer e, a seconda del punteggio ottenuto, si deciderà il loro destino: con almeno 150 punti si può restare in Sfera 1, con 140 punti si viene destinati a Sfera 2, sotto i 140 si finisce in Sfera 3 o 4.

Linus è molto nervoso per questo (a differenza dell’amico Chem che già immagina di finire in Sfera 3 e non sembra per niente turbato) e si chiede se sia giusto che un calcolatore decida il destino di tutti.

Comincia così un’avventura che cambierà le sorti non solo del protagonista ma, forse, di un’intera società.

Età di lettura: da 12 anni.

  • Autore: Anne-Laure Bondoux
  • Editore: Giunti
  • Data pubblicazione: 2013
  • Pagine: 192
  • Prezzo di copertina: € 9,90

Se ti piace puoi condividerlo su:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*