Fulvia Degl’Innocenti

Qualche domanda per conoscere meglio l’autrice Fulvia Degl’Innocenti

PRESENTAZIONE
Fulvia Degl’Innocenti lavora come caposervizio nella redazione del settimanale Il Giornalino e del mensile G Baby. Da anni scrive libri per bambini e ragazzi per svariati editori (San Paolo, Piemme, Fatatrac, il Gioco di leggere…). Ha creato e dirige la collana di narrativa il Parco delle storie (Edizioni Paoline).

INTERVISTA

1. come hai cominciato scrivere libri per bambini/ragazzi?

Di mestiere sono una giornalista e dopo una serie di esperienze come freelance in testate come il Corriera della Sera, Radio Rai, Focus, Il Giorno, nel 1994 sono approdata alla redazione del settimanale per ragazzi Il Giornalino. Dal giornalismo per ragazzi alla scrittura è stato quasi un passaggio naturale per una che sin da piccola ha sempre amato inventare storie. L’occasione giusta è arrivata nel 1998, ed è nato il mio primo libro, “La danza delle carote”, per Bruno Mondadori.

2. come nasce un libro?

Una fiaba per i piccoli nasce da una suggestione improvvisa che subito mi emoziona. A volte la storia nasce di getto, altre volte rimane a galleggiare aspettando quel momento di tempo giusto per rivestirsi di parole. Un romanzo, beh, è una faccenda lenta che si sedimenta nel tempo, e prende il via quando dentro di me ci sono tutti gli elementi.

3. il tuo primo libro?

La danza delle carote, per Bruno Mondadori.

4. l’ultimo libro?

L’ultimo uscito è anche il più piccino: “La coccinella senza puntini” per Lavieri: e come tutte le coccinelle, anche quelle specialissime come lei, spero mi porti fortuna.

5. cosa bolle in pentola?

La mia pentola è sempre in ebollizione, forse troppo. Stanno per uscire tanti albi per i piccoli per vari editori, di cui uno molto molto particolare. Una… “pulp ficiton” e per ora non dico altro.

6. il libro che hai nel cuore scritto da te?

Per i piccolini “Il sapore del Gommo”, perché mi diverto sempre tanto a leggerlo e quel gommoso extraterreste ovunque vada si conquista la simatica di tutti. E naturalmente il romanzo “La ragazza dell’Est” che mi ha dato tanti premi e soddisfazioni.

7. il libro che hai nel cuore scritto da altri?

“Piccole donne” perché forse è comincato tutto da lì, da Jo che scribacchia in soffitta mangiando mele. E poi la poesia del “Piccolo principe”; e la maestria della narrazione di Stephen King: Misery, Shining, Il miglio verde, l’ulltimo Notte buia senza stelle

8. cosa stai leggendo, anche non per bambini?

Una biografia di De Andrè, il più grande dei cantastorie. E tanti manoscritti, che mi toccano visto che faccio anche l’editor per Edizioni Paoline.

9. cosa ti piace di più dell’essere scrittore?

Divertirmi nell’atto stesso in cui le emozioni si fanno parole sotto i miei occhi, e poi andare in giro per festival, scuole e librerie a fare il cantastorie e incontrare bambini e ragazzi e fare anche un po’ l’attrice.

10. cosa non deve mai mancare in un libro per bambini/ragazzi?

Un pizzico di ironia, ed emozioni vere.

11. un pensiero sugli ebook?

Il futuro, e quello non si ferma. Anche se magari qualche cinestesico continuerà a preferire la carta che odora di nuovo o di muffa e la sensazione delle pagine che scorrono sotto le sue dita. Ma le storie hanno sempre trovato modi diversi per viaggiare. Quelle non tramontano mai.

Sito web:
fulviadeglinnocenti.wordpress.com

Se ti piace puoi condividerlo su:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*